Sfruttare al meglio la tastiera in Linux.

Le tastiere dei computer vengono identificate dalle prime 6 lettere in alto a sinistra, per cui le tastiere che usiamo in italia si chiamano QWERTY.

In Linux, come in Windows, configurando la tastiera italiana si ottengono tutti i caratteri presenti sulla tastiera, ma già avevo notato che c’era qualcosa di “diverso”, qualche funzione in più (uso Linux come computer “produttivo” da solo 1 mese e mezzo).

Avevo infatti notato che le lettere accentate sono disponibili anche come maiuscole.

È (ma anche À Ì Ò Ù) mi sono subito abituato alla comodità tanto da fare errori grammaticali voluti.

Quello che non sapevo è che in Linux ad ogni tasto sono associate 4 lettere o caratteri, purtroppo abbastanza difficili da memorizzare visto che non sono presenti sulle tastiere standard (clicca per ingrandire, oppure scarica la versione in alta definizione direttamente dal creatore Giorgio Polvara).

funzioni tastiera linux

Il metodo migliore probabilmente è di stamparsi la tastiera con tutti i caratteri e “appiccicarla” vicino al computer o sul computer.

Naturalmente tutti i caratteri sopra illustrati sono disponibili anche in Windows, la differenza è che non sono altrettanto immediati.
Da alcuni software vi si accede dalla mappa dei caratteri, in altri tramite strane formule con la tastiera numerica, tipo
Alt + 0126 per ottenere la tilde ~, che su Linux si può ottenere con
Alt Gr + ì oppure con Alt Gr + ↑ + 3.

→ Alla prossima (Alt Gr + i)